Home » Ultime Notizie » Milano, 26 marzo 2014 - Gruppo SEA -

Milano, 26 marzo 2014 - Gruppo SEA -

Milano, 26 marzo 2014 - Gruppo SEA - - FLAI Trasporti e Servizi

Comunicato ai lavoratori di SEA e SEA Handling

sull'incontro con la società del 25 marzo 

In data 25 marzo si è svolto l’incontro sindacale tra OO.SS. e la Presidenza SEA sullo stato dell’arte del contenzioso con la Commissione Europea per SEA Handling. La Presidenza ha ufficializzato le notizie date dai media negli ultimi giorni circa la posizione della Commissione Europea che consente la costituzione di una nuova Società di Handling senza che la stessa erediti la sanzione per aiuti di Stato, a condizione che questa sia a maggioranza privata, lasciando a SEA Spa la possibilità di parteciparvi ma esclusivamente da Socio di minoranza realizzando in questo modo la discontinuità. La prima fase di avvio dell’attività della nuova società dovrebbe essere gestita da un trust (una sorta di commissario).

Tale soluzione è in totale contrasto con gli impegni assunti dall’Azienda con le OO.SS, facendo mancare l’elemento portante dell’accordo di progetto del 04 novembre 2013 che prevedeva il controllo del 100% di Airport Handling da parte di SEA Spa.

Filt-Cgil Fit-Cisl Uilt-Uil Ugl-Ta Flai-Ts, firmatari di quell’accordo, hanno respinto nettamente l’ipotesi della uscita di Airport Handling dal perimetro di SEA ribadendo la necessità di tutelare il modello industriale esistente ed evitare processi di frantumazione e precarizzazione del sistema di gestione del lavoro avvenuti negli altri aeroporti italiani.

A fronte delle inaccettabili nuove condizioni esposte dalla SEA, che di fatto, assecondano la linea del Governo e della Commissione Europea, le scriventi OO.SS.  hanno ribadito la necessità che la costituzione di Airport Handling avvenga, così come previsto dall'accordo del 4 novembre.

Filt-Cgil Fit-Cisl Uilt-Uil Ugl-Ta Flai-Ts hanno inoltre attivato la seconda fase della procedura dellosciopero nel gruppo SEA, coinvolgendo anche il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi oltre asospendere le relazioni sindacali a tutti i livelli, facendo venir meno, come conseguenza immediata, la partecipazione all’incontro previsto per il 7 aprile in merito al trasferimento dei voli da Bergamo a Malpensa.

Le OO.SS. hanno inoltre richiesto un urgente incontro al Sindaco di Milano che come azionista di maggioranza deve assumere una piena responsabilità sulla ricerca di una soluzione alternativa.

La sanzione della Comunità Europea non è tema che riguarda esclusivamente i lavoratori dell’Handling. In caso di sviluppi negativi le ricadute sarebbero drammatiche anche per SEA, Per questa ragione Filt-Cgil Fit-Cisl Uilt-Uil Ugl-Ta Flai-Ts chiamano tutti i lavoratori alla massima attenzione e al più ampio coinvolgimento sulla vicenda. L’obiettivo della salvaguardia dell’unicità di questo grande gruppo imprenditoriale è, nei fatti, unica reale tutela in un mercato senza regole, frammentato e che agisce unicamente attraverso un drammatico dumping sociale.

Filt-Cgil Fit-Cisl Uilt-Uil Ugl-Ta Flai-Ts si impegnano da subito ad intensificare la presenza nei luoghi di lavoro e ad una costante informazione sull’evolversi della situazione.

Linate, Malpensa 26 marzo 2014

Segreterie Generali

Filt Milano e Lombardia     Fit Cisl Lombardia    Uiltrasporti Lombardia

Ugl Lombardia   FLAI Lombardia