Home » Ultime Notizie » Milano, 25 febbraio 2014 - Gruppo SEA -

Milano, 25 febbraio 2014 - Gruppo SEA -

Milano, 25 febbraio 2014 - Gruppo SEA - - FLAI Trasporti e Servizi

 

 MENTRE GLI AZIONISTI AUMENTANO

 

I LAVORATORI DIMINUISCONO

 

Il 20 febbraio scorso si è svolto un consiglio straordinario del Comune di Milano all’ordine del giorno le aziende partecipate tra le quali la SEA. 

 

Una delegazione della FLAI TS, ha assistito alla relazione del sindaco Pisapia concentrando l’attenzione, ovviamente, sulle tematiche relative alla nostra azienda. 

 

Da quanto ha riferito il primo cittadino, si evince la volontà del Comune di valutare la proposta della Regione di entrare nell’azionariato della SEA. 

 

I paletti fissati dal sindaco sono due: il Comune deve mantenere la maggioranza relativa, motivo per cui la Regione potrebbe acquisire al massimo il 9% con un esborso di circa 110 milioni; 

 

la maggioranza del pacchetto azionario deve rimanere in mano pubblica, quindi il Comune scenderebbe al 45% circa rimanendo così al di sopra della quota del 44,5% detenuta dal fondo F2i. 

 

Il sindaco ha poi riferito sulla necessità di arrivare alla liberalizzazione dei voli su Malpensa nel semestre di Expo. 

 

La FLAI TS pur senza esprimere, per il momento, giudizi sulla questione sopra riportata intende però contribuire con ragionamenti utili, forse, a porre delle domande opportune. 

 

Siamo in attesa della risposta della Commissione Europea riguardo la costituzione di una nuova società, Airport Handling, motivo per cui il momento è estremamente delicato per le sorti dell’azienda e dei suoi lavoratori. A chi gioverà questo “scambio” azionario? La frammentazione della governance di SEA porterà valore aggiunto? Quali saranno le ricadute sui lavoratori? in questa fase transattiva con l’Unione Europea come sarà interpretata quest’operazione? Finirà come le quote SEA detenute dalla Provincia che finirono poi al fondo F2i? 

 

Dubbi, interrogativi, incertezze, paure legittime da parte di chi come i lavoratori, chiede solo di poter lavorare bene, in sicurezza, con un salario dignitoso, stufi di giochi di palazzo e di potere, stufi di uno scambio continuo d’interessi miseri e piccoli rispetto alla dignità di chi chiede solo di lavorare. 

 

Al Pubblico e al Privato chiediamo la responsabilità di governare nell’interesse di tutti. 

 

Solo allora i lavoratori faranno la loro parte. 

 

Ricordiamo che a breve ci troveremo di fronte la chiusura del bilancio e il tempo passa, in modo inesorabile. 

 

Riguardo la necessità di liberalizzare i voli su Malpensa per soli sei mesi esprimiamo forti dubbi,

 

L’investimento necessario ad una compagnia aerea per aprire un collegamento intercontinentale è di circa 20 milioni di euro e gli eventuali utili non sono attesi prima di due anni.

 

Detto questo, ci sembra molto improbabile che qualche vettore sia disposto a investire somme ingenti per una concessione di soli sei mesi. 

 

Ricordiamo che nonostante alla Singapore Airlines fu concesso un periodo di 18 mesi per collegare Malpensa a New York il vettore si ritirò proprio perché l’investimento avrebbe avuto senso solo se non fosse stato posto un limite temporale. 

 

Sembrano quindi demagogiche e prive di fondamento quelle proposte che mirano a liberalizzare i voli su Malpensa per soli sei mesi. 

 

Ma se un collegamento di lungo raggio, necessario a Malpensa come l’ossigeno, porta sviluppo e lavoro per quale strano motivo limitarlo a sei mesi? 

 

Se mettiamo insieme le vicende sopra esposte e il progetto Alitalia/Air France/Etihad che sembra tagliare fuori Malpensa, risulta evidente che forse non si intende mettere mano seriamente allo sviluppo della SEA. 

 

Da parte nostra continuiamo a ripetere con forza che è assolutamente necessario liberalizzare senza nessun tipo di vincolo i voli su Malpensa, riconducendo lo scalo alla sua vocazione di aeroporto internazionale e intercontinentale complementare a Milano Linate e non in concorrenza con lo stesso. 

 

Mentre su Linate è necessario lavorare ad un Bersani Ter che riporti sullo scalo quelle regole necessarie, anche sulla concorrenza, finora disattese.

 

Milano, 25 febbraio 2014

 

 SEGRETERIA REGIONALE

 

FLAI Trasporti e Servizi

 

FLAI Trasporti e Servizi

STRUTTURE REGIONALI

PATRONATO

PATRONATO - FLAI Trasporti e Servizi

CAF Linate

CAF Linate - FLAI Trasporti e Servizi

CAF Malpensa

CAF Malpensa - FLAI Trasporti e Servizi

EBILAV TERZIARIO

EBILAV TERZIARIO - FLAI Trasporti e Servizi

FLAI Trasporti e Servizi